venerdì 10 febbraio 2012

Il blizzard italiano

Era prevista una "blizzard" nel nord italia, vento di tempesta gelo e neve.
Uno scenario apocalittico, poi leggo la velocità del vento e mi faccio una domanda: e sarebbe una tempesta?

Lo scenario apocalittico che era stato disegnato mi ha fatto sorgere delle domande (a cui se i lettori sanno rispondere sarei grato): come fanno a definire un vento a 50 Km orari "tempesta"?

Sarà che noi in Sardegna siamo abituati a leggeri venti da sempre, ma 50 km orari non sono niente!
Qua da queste parti ci si preoccupa quando il vento supera i 110 Km orari, perchè inizia a sradicare gli alberi e fanno danni (visto di persona delle radici enormi, roba che mezzi pesanti non riescono a tirare).
Certi giorni tira tanto di quel vento che se stai camminando quasi quasi ti ferma (non esagero), una volta mi sono lasciato andare contro il vento: quasi quasi mi teneva su, e non peso poco...
Ho visto la pioggia volare letteralmente tenuta su da un frullo di aria che si crea contro dei muri, invece di cadere stava sospesa per aria per almeno 2 secondi, fino a quando il circolo non riusciva a tenerla più su, uno spettaccolo veramente comunque, a parte gli allagamenti (l'acqua veniva buttata quasi orizzontalmente dentro garage e scantinati).

Non sto parlando di fenomeni rari, qui i venti di 70-80 Km orari sono normali, succede almeno 40 volte all'anno, e dura per alcuni giorni (quando è poco forte dura un giorno, quando è forte anche 3).

E sto qua, a domandarmi come sia possibile definire "tempesta" un vento di 50 Km orari.
Sarà stata la possibile neve a creare paura?
Non credo che al nord italia non ci sia mai vento, anche se sono stato a Milano quasi una settimana di fila senza vedere un filo di vento.

E' il solito sensazionalismo?
Allora ne sparano veramente di cazzate...

9 commenti:

  1. Mah, guarda, in Lombardia e in generale nel nord Italia, per quanto ne so, fenomeni di vento forte sono abbastanza rari; poi a me personalmente è capitato di passare da Trieste in periodo di bora e lì si che si ride. :)

    Un paio di anni fa c'è stato un episodio di vento particolarmente forte in Lombardia, che ha causato un pò di danni; a memoria (per cui potrebbe essere una cazzata) mi pare che le raffiche si aggirassero sui 100 km/h o poco più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bhe anche se raramente allora si conosce, 100 Km orari non sono pochi.
      Un Blizzard per iniziare solo ad essere definito tale deve arrivare almeno a 60Km orari, ma i blizzard (bufere) seri ovviamente superano di gran lunga tali velocità.

      Allora perchè sti articoli semi apocalittici?
      Bha, giornalisti...

      Elimina
  2. Dove abito io, a ridosso delle alpi, ce il fohn, un vento fortissimo, ma compare una ventina di volte all'anno. Certo, in questi giorni ne hanno fatto di casino i giornalisti:-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A quanti Km orari viaggia?

      La tempesta mi giunge voce ci sia veramente, il vento è sotto i 50 Km orari comunque.

      Elimina
  3. Questo è quello che vale in svizzera meteosvizzera/vento
    (tra l'altro la scala parte da livello 2 (75 km/h)boh)
    non c'è dubbio che in EU sia qualcos'altro.

    Ho cercato velocerrimamente nelle statistiche meteosvizzera/clima
    ma non ho trovato niente sul vento. Ma non sono nemmeno un buon (ri)cercatore

    E Gruess

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche se non si vede meteosvizzera/vento e meteosvizzera/clima sono dei link :)

      Elimina
    2. Il phon va a 75 km orari, mica male.

      Arrivano anche a 170 Km orari (o per lo meno è previsto, quanto spesso succede non lo so), fortunatamente in Sardegna anche se spesso ci sono venti forti non si arriva a tanto, anche se mi dicono che in Gallura si arriva a 140...

      Comunque in condizioni di neve è indubbio che anche un vento meno intenso crei problemi, ma 50 km orari mi sembrano pochi per dire tempesta, a meno che non sia più forte

      Elimina
  4. Paolo, ex anonimo firmato10/2/12 22:12

    Qua a Trieste la bora arriva spesso a 100 km/h, in questi giorni ha tranquillamente superato i 130 e sfasciato di tutto, compreso un palazzo storico. Le strade parevano un campo di battaglia: i cassonetti rovesciati e strapieni (il comune per risparmiare ha scelto un sistema meccanizzato di svuotamento che col vento si è rivelato pericoloso) hanno lasciato volar via immondizia con un pericolo enorme, vista la velocità che prendeva.
    Qui il vento forte è quasi la regola, e infatti in questa zona (fino pure alla metà settentrionale della Dalmazia) non si è mai usata, nemmeno in mare, la scala Beaufort per la forza del vento ma lo si è sempre indicato direttamente con la sua velocità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più o meno come da noi, anzi forse qualcosa in più.
      Dalle mie parti non si rovesciano i cassonetti (ormai con la differenziata non ce ne sono più comunque) ma gli alberi scendono che una meraviglia quando supera i 110.
      Pensa che il mio cortile è molto riparato dal vento (case circostanti) ma nonostante tutto quando tira mi pulisce a terra come se avessi passato l'aspirapolvere.

      Comunque oltre ai disagi resta una bellissima aria pulita dopo, almeno una cosa positiva...

      Elimina