domenica 8 gennaio 2012

Paolo barnard sbaglia parte 3

Rieccomi a sbufalare il mare di menzogne messe in giro da questi "signori" che capiscono di economia tanto quanto un caprone capisce di fisica quantistica.
Giusto l'altro giorno ho visto un meschino telegiornale locare dire che la crisi è causata dalla non sovranità della moneta degli stati, e mi sono incazzato.
Comunque veniamo a barnard e alle sue fantastiche vaccate:

Il contante:
Il fuffaro in questione va in giro a sostenere che il contante quasi non esiste più.
Infatti, a suo dire, nelle filiari delle banche non c'è contante, tranne quello per il funzionamento quotidiano (sempre secondo lui) infatti quando qualcuno ritira del contante dal bancomat o allo sportello la banca centrale stampa il denaro e lo invia ai cittadini.
Mi chiedo che mente infantile abbia questo tizio qua per sostenere una tale stronzata...
Se io ritiro i soldi alla cassa o al bancomat li sto ritirando immediatamente, come cazzo fa a credere che in quel momento la banca centrale riceve l'ordine, stampa il denaro (poi spiega perchè) e lo invia al cittadino?
Al limite della fantascienza, manco avessero il teletrasporto alla star trek dentro ogni bancomat e stampassero denaro alla velocità della luce.

Perchè secondo lui stampano il denaro invece di inviarlo?
Perchè il ciarlatano è convinto che la banca centrale detenga i depositi delle altre banche (vero solo in parte, vedi riserva frazionaria nella parte 2) e che quindi ogni movimento di denaro passa di li. Le banche inviano le banconote alla banca centrale, ma non per conservarle, come noi poveri coglioni che abbiamo studiato economia crediamo, ma per distruggerle...
Il ciarlatano infatti sostiene che la banca centrale, avendo potere di stampare denaro a costi irrisori, piuttosto che tenere le banconote ammassate da una parte fa prima a stamparle.
Te la senti di prenderti la briga di spiegargli che tenere ammassata carta da stampare, inchiostri speciali, filigrane e macchinari occupa molto più spazio delle banconote già pronte?
Ogni cosa che spara non sta ne in cielo ne in terra, priva di ogni logica viene presa per buona solo da masse di caproni più ignoranti di lui (e purtroppo abbondano).
Probabilmente ha sentito che le vecchie banconote vengono distrutte, ma è normale prassi, lo faceva anche la banca d'italia. Molte volte quando ritiri soldi in banca puoi notare che alcune banconote sono nuovissime, mentre altre lo sono meno.

Il cavallo di battaglia di questo ciarlatano è "l'inventarsi la moneta".
Come ho già detto decine di volte, la moneta non si inventa assolutamente, altrimenti ci sarebbe una inflazione mostruosa (e i fatti storici mi danno ragione). Ma è molto difficile per tale ciarlatano ammettere questa cosa, infatti il suo castello di cazzate si basa su questo dogma. In poche parole propina aria fritta priva di logica basata su una menzogna priva di logica e smentita dalla realtà.
Come facciano certi personaggi ad avere un folto seguito è un mistero per me. Regna seriamente l'ignoranza totale nel mondo?

Il resto del delirio di barnard parla del funzionamento delle banche, che cosa sono le tasse e a cosa servono e tante altre cazzate, di cui è inutile sottolineare la scarsa credibilità di quanto scritto in quanto il cialtronazzo che ha redatto il libercolo non sa una ceppa di niente (come si suol dire chi sa fa, chi non sa insegna).
A riprova di questo c'è la sezione sulle tasse: non fa distinzioni fra tasse e tributi (e qui si capisce che non ha mai aperto un libro di economia, neanche di prima superiore), sostiene che le tasse hanno usi assurdi e campati per aria, esistenti solo nella sua mente ignorante, per giustificare il fatto che gli stati "a moneta sovrana" hanno tassato dal 2000 ac fino al 2002 dc. Perchè secondo lui adesso veniamo tassati per colpa delle banche, o qualche cazzata simile.

Sottolineo l'ultima vaccata poi chiudo qui, altrimenti ci vorrebbero mesi per sbufalare il mare di assurdità propinate dal cialtrone:
Parla della piena occupazione negli stati "a moneta sovrana", dove gli stipendi vengono decisi per dare la piena occupazione: in pratica se ci sono 1000 operai pagati 1000 euro al mese, e 200 disoccupati, abbassando lo stipendio a 800 euro al mese si potranno impiegare anche i restanti 200, annullando la disoccupazione.
In realtà tale teoria economica non è come funzionano gli stati "a moneta sovrana", come sostiene il cialtrone, ma è semplicemente la teoria classica SMENTITA CATEGORICAMENTE dalla crisi del '29. Dopo di essa prevalse la teoria Keynesiana, ma immagino che il cialtronazzo non la conosca affatto.
Keynes sosteneva che i salari NON dovevano scendere, altrimenti si sarebbe rovinata l'economia, e che la disoccupazione si doveva combattere con interventi statali (creando posti di lavoro, per costruire una piazza per esempio). La crisi del 29 è stata risolta grazie a tale teoria, e causata dalla teoria che quel cialtrone ignorante di barnard propone come miracolo economico moderno.
Il resto è fuffa.

I fatti storici smentiscono categoricamente quanto propinato da questo indegno personaggio, qualsiasi persona dotata di un minimo di buonsenso dovrebbe bollare le menzogne di barnard per quello che sono.
C'è veramente poco gusto a distruggere le teorie di questi geniali economisti della domenica: i fatti storici li hanno già smentiti ancora prima che aprissero bocca!

41 commenti:

  1. Franklin Delano Roosvelt ha fatto uno sforzo vano, se la gente non ha imparato nulla dal suo operato!

    Io sono ignorante come una zappa e altrettando duro di testa, ma capisco senza problemi che non basta tagliare stipendi o boicottare le banche per uscire dalla crisi!

    RispondiElimina
  2. Con sta gente tutto è uno sforzo vano...

    RispondiElimina
  3. Tra poco ce lo vedremo a elogiare il monetarismo e Friedman.

    RispondiElimina
  4. Lui stesso ha detto che il monetarismo ha fallitto...
    Un ottimo presupposto per cui il fuffaro inizi a elogiare la teoria!

    RispondiElimina
  5. Ciao, ho scoperto da poco questo sito e lo trovo molto interessante. Mi piacerebbe ripassare i "fondamentali" di economia, purtroppo a scuola non ci han mai fatto approfondire piu di tanto . Se hai suggerimenti per libri o risorse online che potrei consultare son bene accetti, grazie :)

    Fabio

    RispondiElimina
  6. Ciao Fabio.
    Non ricordo esattamente i libri di economia che ho usato noi, domani però dovrei riuscire a rispolverarli e ti darò informazioni in più. Comunque se conservi ancora dei libri di testo scolastici quelli sono una buona base (tanto a scuola si fa un terzo di quello che c'è nel libro, quando va bene).

    Risorse online non ne conosco, faccio prima a fare degli articoli sui fondamentali io stesso usando come fonte i miei libri. Così evitiamo le valanghe di ciarlatani che affollano il web con le loro teorie economiche assurde

    RispondiElimina
  7. Ho spolverato alcuni post, sono un piccolo assaggio, anche se non danno un quadro completo
    http://www.pallequadre.com/2010/10/euro.html
    http://www.pallequadre.com/2010/11/cina.html
    http://www.pallequadre.com/2011/06/conseguenze-aumento-iva.html
    http://www.pallequadre.com/2011/01/pedaggio-autostrade-crisi.html

    Sono scritti da parecchio tempo, probabilmente dovrei correggerli, ma credo che dovrebbero andare bene

    RispondiElimina
  8. Perfetto, ci darò un'occhiata, grazie mille!

    RispondiElimina
  9. Ma voi capite qualcosa di economia?
    Leggete e informatevi prima di emettere giudizi senza un minimo di informazione.

    RispondiElimina
  10. Adesso mi incazzo...
    Prima di pubblicare questi commenti ridicoli perchè non leggi e ti informi TU?
    Ho studiato economia, e so benissimo di cosa sto parlando.
    A differenza tua NON parlo a VANVERA

    RispondiElimina
  11. Ah genio, sai tutto te di come va il mondo?
    Che studi hai fatto? La 3 media?

    Che esperienze hai?
    E con che arroganza, roba da 3 media.

    Complimenti, hai anche il cervello quadro!

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. Signor Pallequadre,
    ottima mossa quella di bloccare i post anonimi.
    Sono l'utente anonimo che ha insultato poco sopra.

    Le avevo fatto una domanda, vorrei sapere quali studi ha fatto per poter screditare e bocciare in questo modo le teorie di Barnard.
    Se gentilmente posso avere una risposta le sarei grato.
    Se evitasse di riferismi a me con il termine "coglione" sarei ancora più felice.

    E non perda la pazienza per così poco, la vita è bella lo stesso!

    Ne aprofitto del post per farle 2 domande per le quali non so darmi una risposta certa.

    1) In che modo viene immessa moneta in Europa? E' vero che viene immessa soltanto tramite prestiti della BCE verso banche private?
    2) se (e ripeto SE), la prima domanda ha risposta affermativa, l'inflazione e gli interessi che ritornano alla BCE erodono permanentemente il potere d'acquisto dell'Euro?

    Spero che sappia rispondere a queste due domande, possibilmente linkando anche la fonte.

    Le sarei molto grato.
    Mi scuso se nel post precedente le ho dato del "cervello quadro", ma avevo perso la pazienza.

    Buona giornata gente

    RispondiElimina
  14. No, la BCE non fa prestiti alle banche private per emettere moneta, questa è una falsità assoluta.
    Puoi guardarti questo video, dove il bravo LeFou! (che non parla a vanvera) spiega come funziona REALMENTE la cosa:
    http://www.youtube.com/watch?v=x-azbjkdpEE&feature=plcp&context=C3a1121bUDOEgsToPDskJRd43iDjeFJtPzD1pcbUZ-

    Se dopo aver visto questo insisti, come fanno molti altri, a credere alla favola del signoraggio complottista, la definizione precedente (meritata per la faccia tosta nel darmi del ciarlatano) non è forse del tutto sbagliata.

    Spero che tu possa dimostrare di non meritare tale epiteto.

    Riguardo alla seconda domanda non credo ci sia bisogno di rispondere

    RispondiElimina
  15. Grazie, lo guardo volentieri e poi ti dico che ne penso.

    RispondiElimina
  16. Ok, lo ho visto.
    LeFou ha detto esattamente quello che già sapevo.
    La mia domanda rimane però senza risposta.

    Può la BCE immettere moneta senza avere in garanzia titoli?

    Perchè altrimenti come viene compensata la svalutazione data dall'inflazione e la parte di signoraggio che viene tolta dal mercato (riserva)?

    Dei famosi 100 euro, se ogni anno togliamo 1 euro (riserva) e togliamo la svalutazione (inflazione) 3 euro, ci troviamo con un ammanco di moneta. E la moneta che circola (99 euro) basterà all'acquiso di beni per 96 euro a causa dell'inflazione.

    Dove sbaglio?

    RispondiElimina
  17. L'inflazione avviene quando la quantità di denaro in circolo aumenta
    E' molto difficile che salga l'inflazione se non aumenta la quantità di moneta circolante, anzi, è l'esatto opposto: meno moneta circolante, scesa dell'inflazione.

    I mercati hanno un pò destabilizzato questa cosa, infatti il costo del petrolio ad esempio influenza i prezzi (specialmente nell'arretrata italia) e quindi si può assistere ad un leggero aumento dell'inflazione nonostante i consumi stiano scendendo (e ne siamo testimoni)

    Comunque la riserva resta in circolo, la banca copre dei costi, che sono anche del personale che spende soldi come tutti gli altri.

    Per il resto credo che la bce non stampi denaro a cazzo, benchè sia solamente un mezzo anche esso deve sottostare a delle norme per evitare danni (come l'iper inflazione), ma non conosco il preciso funzionamento.

    Puoi chiedere a LeFou, in questo frangente è molto più preparato di me, il suo blog è "E' vero solo ciò che è vero"

    RispondiElimina
  18. Girerò la domanda a LeFou...

    Che il guadagno delle banche non sia un problema in quanto viene speso lo condivido pienamente, infatti ho puntato l'indice solo sulla riserva e sul fatto che la svalutazione della moneta generi una mancanza di moneta circolante.
    E se questa moneta non viene rimessa in circolo, credo che qualche problema lo crei. Teoricamente la scarsa disponibilità di moneta dovrebbe rallentare l'inflazione, ma come hai fatto notare, i mercati hanno destabilizzato questa "prassi".

    Non ho capito cosa intendi con "la riserva resta in circolo", se è a riserva, non dovrebbe essere in circolo. O sbaglio?

    RispondiElimina
  19. Non fino a quando chi ha depositato i suoi soldi in un conto corrente li ritira. In quel caso vengono reimmessi nel mercato totalmente.

    Comunque sia la riserva frazionaria non crea un danno: se nessuno mettesse i soldi in banca, la quantità di denaro tenuta fuori dal circolo sarebbe elevatissima (il 100%), invece in cambio di sicurezza e di un tasso di interesse (che in italia è praticamente nullo, ma negli altri paesi c'è) si rimette in circolo il 90% di queste somme che altrimenti rimarrebbero sotto il materasso

    RispondiElimina
  20. ..credo che il sig.Palle quadre non abbia nemmeno capito quello che Barnard scrive..sara' che era troppo impegnato a salvare , con le sue teorie l'Argentina..cmq a supporto di tutte le cazzate che dice non ho visot nessuna bibligrafia..e per favore no libri neoliberisti..

    RispondiElimina
  21. Bibliografia?
    Ti serve una bibliografia per verificare le più basilari teorie economiche, le cause della crisi del 29 e tutto il resto?

    Se la risposta è si, ti invito a tornare a scuola...

    RispondiElimina
  22. romado proli14/7/12 16:50

    scusami palle quadre ma non mi pare che barnard nel suo saggio abbia affermato che lo stato dovrebbe abbassarci gli stipendi per creare la piena occupazione, al contrario, questo è quello che sta proprio accadendo con l'economia in vigore. Se leggi bene il saggio, sicuramente criticabile in molti punti, si capisce che barnard è un keyneisiano convinto, non è tutta merda come hai violentemente espresso tu, senza molta finezza.

    scusami ma a me pare che tu sia forzatamente schierato per battere contro qualcuno, chissà quanto ti pagano per recitare la parte del "disturbatore". o forse dovremmo dire "sviatore di masse".

    RispondiElimina
  23. romado proli14/7/12 17:04

    Le cause della crisi del 29 furono un crollo finanziario causato da un giochetto "di speculazione" dell'alta finanza di wall street, . Torna a scuola tu imbecille. Keynes salvo l'america e Barnard si rifà di parecchio a keynes.. stai facendo diffamazione pubblica, senza prove e affermando volutamente il falso per calunniare l'unico giornalista pubblico che ha rinunciato anche al suo lavoro pur di perseguire la verità e ritenersi un cittadino libero. Sei imperdonabile. Tutto questo blog è una grande deplorevole truffa criminosa ai danni delle povere masse di ignoranti che ti leggeranno (4 cani per fortuna)

    RispondiElimina
  24. Barnard ripete ( e spesso sbagliando ) quello che sente dire da economisti di fama mondiale, economisti che hanno cattedre in universita' prestigiose.....ora , se il signor proprietario di questo blog e' un' economista di fama mondiale puo' aver diritto a dire che sono tutte fandonie, altrimenti farebbe bene a stare zitto.....le teorie economiche sono un po come le idee politiche, c'e' chi crede nelle idee di sinistra e c'e' chi crede nelle idee di destra.....non esiste un idea universale corretta......
    P.S. rileggiti il saggio di Barnard,che tu sia daccordo con le sue idee o meno conta poco, ma se devi riferire fatti almeno riferisci fatti esatti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se l'anonimo che ha commentato l'ennesima stronzata capisse un minimo di economia sa che ci sono le leggi economiche ormai assodate e le teorie economiche che cercano il modo migliore di far girare l'economia.

      Sono solo le ricette a cambiare, il modo in cui si cerca di far girare l'economia, non le regole dell'economia stessa.
      Cosa che barnard non sa, infatti cerca di riscrivere le basi, le regole naturali, dell'economia sostenendo che sono forzate.

      E' come dire che se cagassimo dalla bocca potremmo invertire la forza di gravità, che siamo attirati verso il suolo perchè gli stronzi ci spingono in quella direzione.

      Ovviamente tutto questo è arabo per il "grandissimo esperto di economia" che critica chi parla con un minimo di cognizione di causa, e non per sentito dire su youtube.

      Elimina
    2. io ti ripeto , senza usare parolacce come fai tu , che non lo dice Barnard, lo dicono Economisti che insegnano nelle universita'.....io non sono economista, e a dire il vero manco sono del tutto daccordo sulle Teorie della MMT ma nemmeno mi piacciono le teorie neoliberiste basate su Hayek....sono due metodi opposti di vedere l'economia. le LEGGI economiche non esistono, esistono formule teoriche , e sai perche? perche' l'economia non e' Matematica, si certo, si usano i numeri, ma l'economia e' fatta dalle persone e il comportamento umano non si puo' racchiuedere in formule precise........ricapitolando: teorie Keynesiane o teorie Hayekiane sono due facce della stessa medaglia, non si puo' dire che una e' sbagliata e l'altra e' giusta, sono solo due metodi di far muovere i denari

      ognuno , secondo le sue ideologie, preferisce l'una all'altra, uno stato sovrano che emette la sua valuta e controlla i Mercati si contrappone all'idea del Mercato sovrano che regola l'emissione di moneta solo sulla domanda e offerta

      vuoi la mia opionione? dovrebbero unire le due scuole di pensiero, ovvero, lo stato dovrebbe controllare che i Mercati non facciano speculazione sulla vita delle persone ma allo stesso tempo lasciarli liberi ( i mercati ) di regolare domanda e offerta

      P.S. non c'e' bisogno di usare parole Forti, evita grazie

      Elimina
    3. Se avessi letto quello che ho scritto dico chiaro e tondo che barnard è stato sbugiardato dalla storia: le sue teorie sono già state applicate decine e decine di anni fa, con risultati disastrosi.

      L'economia non è un'opinione, ci sono delle opinioni sull'economia e spesso queste sbagliano. Come quelle di barnard.

      Uno stato non può controllare i mercati, forse nessuno può controllare i mercati a parte le agenzie di rating (e proprio per questo motivo si sta pensando di ridimensionarle).
      E' questo che la gente deve capire: l'economia non è controllabile come fosse un cane ammaestrato

      Elimina
  25. uno stato non deve controllare i mercati, su questo siamo daccordo

    io dico che uno stato dovrebbe mettere delle regole ai mercati

    i mercati se ne fregano se la gente muore di fame, l'azienda piu grande schiaccia la piu piccola lasciando a casa migliaia di persone e poi le ricatta: lavori per me a basso costo o fai il disoccupato ??

    uno stato CIVILE dovrebbe solo Regolare i MERCATI, che facciano pure i loro interessi, ma che non incidano sulla dignita' delle persone.....

    io non sono un economista, ripeto , Barnard lasciamolo perdere, io sopra ho detto che ci sono Professori che sostengono la MMT..ora, Barnard puo' essere anche un secondo Grillo, ma allora Mosler e company sono tutti COMPLOTTISTI???? io questo chiedo

    P.S sono l'anonimo sopra.........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La MMT è un'emerita cazzata!
      Dai, pure gli economisti che l'hanno criticata hanno detto le stesse cose che ho detto io! "ignora le lezioni della storia".
      E adesso non sono solo io a dirlo, ma anche fior di economisti!

      Per lo meno mi fa piacere vedere che dal basso della mia ignoranza riesco a fare delle analisi molto simili a grandi economisti affermati.

      La teoria di barnard è fallace, ha già fallito in diverse occasioni nel corso della storia e per questo non bisognerebbe nemmeno tenerla in considerazione.

      Magari chi lo promuove non è così onesto come vuol far credere, oppure è un emerito imbecille.
      Io credo che barnard sia semplicemente poco onesto, di Mosler non so abbastanza, ma se promuove tale teoria non deve essere molto sveglio

      Elimina
  26. bah, se e' per questo ogni economista di idee diverse critica gli altri economisti

    ripeto che non voglio difendere nessuno, ne' Mosler ne' Krugman ne' murphy ecc ecc

    ma e' logico che questi si critichino a vicenda, la pensano diversamente

    io sono un normalissimo cittadino che ,non essendo un economista , cerca di prendere posizione in un mare di informazioni

    dopo tanto leggere mi sono fatto un idea...TUTTI MENTONO...nessuno e' in buona fede del tutto

    ok , la mmt e' una cazzata , ma anche il liberismo mi sembra non funzioni bene, almeno per noi cittadini normali, l'economia si sta fermando, gli stati alzano le tasse, i consumi calano, i poveri si moltiplicano ecc ecc, quindi uno che dovrebbe fare, a chi dovrebbe credere? la MMT genera inflazione , il liberismo genera sacche di poverta', un altra soluzione esiste??? speriamo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La storia dell'economia è sempre stata di alti e di bassi.
      Solitamente le crisi si manifestano quando qualcosa che sembrava andare bene in realtà non lo fa, si cade in crisi e si cerca una soluzione.
      Quando il problema viene corretto in maniera stabile allora si risale come prima e anche meglio.
      C'è stata la crisi del 29, degli anni 70 e così via (adesso non ti so elencare ogni minima crisi), e ogni volta c'è voluto un cambiamento.

      Quella odierna è scatenata appunto dalla troppa libertà delle banche, che sono diventate speculatori finanziari (il crollo dell'immobiliare americano causato dalle speculazioni), e si sta già studiando un tipo di banca che torna alle origini, cioè prende denaro e lo presta, punto e basta. Se la cosa funziona probalmente nasceranno tante banche con questo sistema, saranno supersicure e daranno stabilità all'economia, mettendo al riparo da disastri come quello odierno.
      Anche l'unione europea ha i suoi difetti, come la scarsa collaborazione fra stati, che ha causato la crisi dell'eurozona.

      Ci sono tante cose da sistemare, e non è certo stampando più moneta che risolvi. Leggi qualcosa sulla repubblica di Weimarck, dove lo stato stampò denaro a raffica per pagare i debiti di guerra, guarda che fine ha fatto lo stato a moneta sovrana che stampava denaro per pagare i suoi debiti.
      E' storia, ma barnard e gli altri fanno finta di nulla

      Elimina
  27. "e si sta già studiando un tipo di banca che torna alle origini, cioè prende denaro e lo presta, punto e basta" questo lo spero, ma mi sembra che siamo lontani.....

    per quello che riguarda il Weimarck ci sono troppe versione discordanti sull'accaduto, impossibile sapere la Verita' assoluta, i liberisti danno la colpa a una cosa, quelli della MMT dicono un altra versione, Pinco Pallino ne dice un altra ancora

    ti ripeto per l'ennesima volta che non sono un sostenitore della MMT , ne tantomeno dell'attuale sistema, e manco dei signoraggisti.....sono un cittadino che viene sballotato a destra e a manca , l'unica verita' e' che si vive sempre peggio e i Cervelloni che dovrebbero capirci qualcosa fanno solo i propri interessi e non quelli della gente................tutto il resto e' ARIA FRITTA .........siamo messi male.....

    cmq grazie , mi sono fatto delle idee leggendo il tuo blog e quello di Lefou, mi avete dato delle informazioni preziose... buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa brutta dell'economia è che i metodi per farla camminare si abbattono sempre sulle persone comuni.
      Mi ha un po' scandalizzato quando ho iniziato a studiarla: inflazione? Si controlla aumentando o diminuendo il flusso di denaro, se c'è troppa inflazione si crea disoccupazione e i prezzi tornano a livelli normali. Peccato per i disoccupati...
      Ma alla fine è una cosa logica, essendo le persone normali la quasi totalità della popolazione.
      Ci sono molti economisti che pensano solo a far muovere l'economia come dei freddi numeri, altri che invece cercano soluzioni migliori.
      Ma ci sono anche i ciarlatani.

      L'unico motivo della svalutazione nel Weimarck è la troppa moneta circolante. I diamanti valgono poco perchè sono rari, ma se trovassimo diamanti a sacchi solo spostando un po' di terra in campagna varrebbero tanto? No.
      Stessa cosa per i soldi, più ce ne sono meno valgono.
      Sono leggi dell'economia, leggi che non decidono ne speculatori ne economisti.

      L'unica maniera per vederci chiaro è studiare economia, perchè se ascolti quello che dicono molti sentirai solo opinioni discordanti e totalmente in conflitto.
      Se non sai su cosa si basano non capirai mai se sono buone o sbagliate.
      Un po' come vedere delle traduzioni dall'arabo fatte da persone che cambiano le parole nel modo in cui secondo loro sono più "musicali", avrai tantissimi testi completamente diversi, se non conosci l'arabo non ci capirai mai nulla

      Elimina
  28. speriamo in bene...ti vedo ottimista....io lo sono un po meno......ma va bene lo stesso

    ciao e buona notte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu ce li vedi governatori essere linciati per aver portato il mondo all'età della pietra? O banchieri che vanno a zappare la terra e cenano a lume di candela perchè non esiste più elettricità? O un miliardario rinunciare a tutti i suoi lussi?
      No, io non ce li vedo, per cui sta gente che si muove nell'economia inventerà qualcosa per far girare le cose come prima

      Elimina
    2. beh, le democrazie sono nate da poco, tutta la storia ci insegna che i "potenti" avevano tutto e il popolo nulla...se si fa un ragionamemnto logico , i "potenti" vorrebbero questo, io non ho mai visto un "ricco" che divide la sua ricchezza con gli altri....i nobili facevano cosi, i re e gli imperatori facevano cosi....questa e' la mia paura, chi gli impedisce a questi "potenti" di far tornare di "moda" questo sistema???

      Elimina
    3. Se vai a ben vedere la situazione è migliorata parecchio.
      Prima i poveri erano veramente poveri, ora chi è povero nella maggior parte dei casi non può permettersi dei lussi, ma il cibo ce l'ha.
      Prima ci si spaccava la schiena e si moriva di fame.

      Non c'è più l'ignoranza di prima (anche se i ciarlatani proliferano come non mai), le malattie e la fame.
      Le cose sono migliorate.
      Ultimamente la percentuale di persone ricche nel mondo è scesa al 1%, alcuni sostengono che anche questo ha causato la crisi economica (mi pare anche Prodi).
      In pratica nei paesi dove c'è più equità sociale (i ricchi non sono ricchi da fare schifo e i poveri hanno più soldi, insomma le differenze sono molto meno marcate) sono paesi molto ricchi, mentre i paesi con la maggior differenza fra ricchi e poveri (miliardari e morti di fame insomma) sono i più poveri e messi male. Indovina in che categoria è l'italia?

      Elimina
  29. Quando scrivi un articolo firmalo.Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già firmato... il mio nickname è unico nella rete e me lo porto sempre dietro. Il mio vero nome e cognome non li uso per motivi personali, e in secondo luogo gli psicopatici capaci di venire a cercare di ammazzarmi abbondano come stronzi nelle fogne

      Elimina
  30. PalleQuadre ma quanti anni hai? Scrivi e ragioni come u bambino...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esprimere concetti sensati è veramente difficile a quanto pare, e pure scrivere normalmente

      Elimina