giovedì 17 novembre 2011

Monti e Goldman Sachs

Ormai la psicosi è generalizzata, in tutto il web non si parla d'altro.
Anche Maurizio Crozza ci è cascato, anche Byoblu...
Roba da mettersi le mani nei capelli: la fobia di Monti contagia migliaia di persone.
Ma da cosa nasce questa fobia? Monti lavora alla Goldman Sachs...

Quindi, secondo loro, è tutto un complotto globale per mettere le mani sull'italia.
Ovviamente sono i banchieri che complottano, che vogliono governare il paese per renderlo più un paradiso per le banche.
A me risulta che in italia le banche si fanno pagare più del doppio rispetto al resto d'Europa... mi risulta anche che paghino appena il 5% delle tasse che dovrebbero pagare...
Ma che cazzo dovrebbero cambiare, se le banche fanno quel cazzo che vogliono?

Ma analizziamo le stronzate che dicono:
In italia c'è stato un golpe!
Questo governo tecnico nasce per risolvere i problemi trentennali che affliggono il paese (debito pubblico, e anche il deficit se volete, la crisi finanziaria ha solo reso urgente la risoluzione di questi problemi. Siccome silvio era li da 18 anni ma invece di sistemare qualcosa ha aggravato, e di molto, la situazione lo si è mandato a casa.
Il governo tecnico è momentaneo, dopo si andrà a elezioni...
Come si può definire questo un golpe?


Ora governerà la Goldman Sachs, siamo finiti!
Come ho già fatto notare anche Prodi lavorava alla Goldman Sachs, certo era "solo" un consulente, ma cambia poco. Anche Massimo Tononi, sottosegretario all'economia del governo Prodi del 2006 lavorava alla Goldman.
Ma quello che mi fa più ridere è che questi imbecilli, ignoranti e affetti da grave fobia verso l'ignoto è che GIANNI LETTA lavora alla Goldman Sachs (e non è stato accettato da Monti, pensa un pò)
Ma perchè non vi date una svegliatina, invece di sparargere paura e psicosi per il web?
Goldman Sachs ha rovesciato un governo di banchieri (e l'ho detto mille volte) fra cui un membro della Goldman stessa, per mettere un membro della Goldman e comandare?
E' come dire che un ambidestro si martella la mano sinistra perchè vuole usare la destra...


Ci sono dei banchieri al governo!!!
Prima c'erano sempre dei banchieri, ma incapaci e mafiosi (leggasi psiconano), prima di giudicare vediamo cosa fa Monti, che per lo meno è stimato in tutto il mondo (e non dileggiato).

Direi che c'è poco da aggiungere.
Si leggono decine di articoli, tutti a prevedere la catastrofe finanziaria, la schiavitù, il ritorno al medioevo, la perdita dei diritti (venite al sud e alle isole e vedete quanti bei diritti esistono belli miei, spegnete la televisione e guardate il mondo e non le favole) e tante altre stronzate.
Ovviamente nessuno di loro ha visto una delle lezioni di economia di Prodi (ex membro della Goldman): "Nei paesi più ricchi d'Europa c'è una quasi totale equità sociale, nei paesi più poveri come l'italia c'è una fortissima disequità". Per equità intende quanto guadagnano i dipendenti ed i lavoratori in confronto al bar... cioè datore di lavoro. Come ho detto ormai fino alla nausea (gli stipendi sono il carburante dell'economia) se la gente sta male TUTTI sono più poveri.
In italia le banche guadagnano molto meno di prima, perchè ormai nessuno chiede più mutui e prestiti.

Credete forse che sia nell'interesse delle banche affondare l'economia?
Se ci sarà da pagare pesanti tasse lo si deve al fatto che lo stato è stato mandato a puttane e ora si deve rimediare ( e da non dimenticare il fatto che il parlamento è composto ancora dagli stessi pezzi di merda di prima, e soprattutto la letterina di berlusconi alla Merkel).

17 commenti:

  1. Mi pare già iniziata la campagna per le future elezioni.Il politico fa leva sull'odio verso la finanza per raccogliere consenso fra i suoi elettori.
    Con qualche moderazione e senza tirare fuori massoni e satanisti (complottismo spicciolo e psichiatrico) sarà il cavallo di battaglia delle future elezioni.
    La mia sola paura è che questo mantra si adatti col tempo meglio alla sinistra, il cui elettorato è in parte da sempre ostile alla finanza (specie se imbarca i rossi quelli veri) piuttosto che alla destra la quale magari dopo essersi leccata le ferite ritrova la calma e fa campagna coi suoi cavalli di battaglia:" I comunisti dicono questo, non vorrai mica essere comunista?".

    RispondiElimina
  2. Senza contare che a rigor di logica, qualsiasi governo in Italia è imposto, mica si va all'elezione diretta dei ministri...(se è per questo neanche dei parlamentari visto che vengono votate delle liste)! Alle elezioni mica si va per ogni ministro che esce di scena.

    RispondiElimina
  3. @ Daniele: per non contare il fatto che questo governo tecnico si prenderà le palate di merda in faccia per le scelte infelici che si dovranno fare per sistemare i conti (come fece Prodi), così i responsabili del misfatto ne usciranno puliti dicendo che è tutta colpa di Monti

    RispondiElimina
  4. @Simone: Si ma molti non lo realizzano, credono che mettere una x su un simbolo garantisca i loro diritti.
    Che poi il parlamento sia pieno di ex galeotti, mafiosi, disonesti e ladri perchè i partiti ce li vogliono mettere è un bene, mica stiamo in crisi!!!
    Se abbiamo un governo tecnico è colpa di (scegliere fra uno dei seguenti: "L'america, le banche americane, l'Europa, le banche europee, la bce, la goldman sachs, la Cina, i comunisti"

    RispondiElimina
  5. "Ci sono dei banchieri al governo!!!"
    Ebbene? E' cosi' sbagliato in partenza che un governo (che guarda caso deve occuparsi -ANCHE- di problemi bancari/finanziari) metta dei banchieri tra i suoi ministri?
    Se devo occuparmi di problemi finanziari, ci metto a lavorare un idraulico?
    Se poi il banchiere fa cazzate, lo piglio a randellate nei denti, ma PRIMA lo lascio almeno provare.
    Se i banchieri di oggi sono piu' banchieri e meno mafiosi di quelli di ieri, ben vengano...

    RispondiElimina
  6. E' quello che dico io...
    Monti ancora non ha aperto bocca e già hanno detto peste e corna, hanno fatto cortei di protesta (!!!) e prevedono catastrofi.

    Io prima vedo cosa fa, poi valuto.
    Come dovrebbero fare tutti, ma il web è diventato un tripudio di teorie del complotto, pure gente che stimavo sta sparando cazzate a zero

    RispondiElimina
  7. vedi, caro Pallequadre, un conto sono le teorie complottiste su rettiliani/maghi che comandano il mondo e un conto sono dei fatti sostenuti da documenti, protocolli ufficiali, ecc. di cui tu e tanti come te ignorate l'esistenza. La faccenda è un pò complicata per quelli come voi, perciò cerco di ridurre la cosa ad un paio di concetti a prova di scemo. Dunque: la Bce decide che ciascuna Bc nazionale debba stampare un tot di euro, i quali vengono poi ceduti alle banche d'investimento, come per es. la Goldman (forse l'unica che conosci). In pratica, quindi, ciascuno stato deve chiedere in prestito questi euro e lo fa emettendo titoli di stato. Il problema nasce quando bisogna ridare i soldi, coi relativi interessi, in quanto un'economia nazionale soffocata dalle politiche di austerità dettate dalla Bce non è in grado di garantire le entrate necessarie. E allora lo stato si trova costretto a tassi d'interesse (i cosiddetti rendimenti) più alti, o altrimenti dichiarare il default, cosicchè le banche d'investimento possano intascarsi i soldi dei Cds (spero tu sappia cosa siano e come funzionano). In entrambi i casi ciò che accade è solo sfiducia dei mercati, tassi di interesse sempre più alti, economia stagnante, ossia crisi, ossia Stato costretto a privatizzare beni e servizi pubblici pur di poter raccimolare qualcosa. Pensi che un'ulteriore politica di risparmio possa giovare? penso proprio di no, anche se è esattamente il programma di Monti, che assieme ad Amato, Prodi, D'alema, Draghi e tanti altri di SINISTRA, hanno voluto l'Italia nell'eurozona. P.s.: Dici bene che Prodi lavorava per GS, non a caso durante i suoi governi l'Italia ha assistito ad una serie di privatizzazioni in diversi settori che hanno impoverito molto l'Italia di fine anni 90.

    RispondiElimina
  8. Stai parlando del signoraggio?
    Alle quarta riga mi sono fermato, vai a studiare.
    La scuola è veramente a prova di scemo, e chi crede che lo stato emette moneta sotto debito è un perfetto ignorante.

    E meno male che dovevi dare le lezioni a me, ma vergognati

    RispondiElimina
  9. Ah, tanto per precisare, durante i governi Prodi e di sinistra il pil saliva anche di 4 punti, con berlusconi se arrivava a 1 era molto, e spesso c'era crescita zero.
    Questo giusto per sottolineare quanti danno hanno fatto "i brutti comunisti mangiabambini"

    RispondiElimina
  10. ok, andiamo con calma, lo sapevo, troppi concetti in una volta ti hanno confuso. Non so di quale scuola tu parli. Io parlo di Abc dell'economia. La moneta a corso legale fiat è una moneta che Nixon ha ideato con l'intenzione di staccarsi dalle riserve auree, quindi poter emettere moneta senza alcun vincolo. ci sei?? spero. Perché tutto ciò? Chiaro, per poter SPENDERE A DEFICIT senza limiti. spendendo a deficit, infatti, lo stato non ha limiti per quanto riguarda gli investimenti nei settori sia pubblico che privato, il che determina un aumento dell'occupazione: lavorando di più si produce di più e si viene anche pagati meglio, perciò si produce e si compera di più. I tassi d'inflazione, seppur elevati non raggiunsero quindi livelli critici (mai oltre il 10%, nonstante la spesa a deficit). La suddetta strategia venne seguita poi dal Giappone e da molti paesi europei, compresa l'Italia, data la sua indiscutibile efficacia. Se hai vissuto nell'italia degli anni 80 non puoi negare il benessere che dilagava in quel periodo. certo che negli anni 80 erano tutti dei perfetti ignoranti, vero? Ma ora arriva il bello. L'euro non ha nessuna di queste caratteristiche, proprio perchè non è una moneta sovrana. Non è di nessuno e i paesi dell'eurozona sono costretti a prenderlo in prestito. Non solo, i debiti che avevano, che non sono MAI stati un problema per loro, sono diventati veri debiti, da qui la necessità di tagliare pur di pareggiare i bilanci e tutte le conseguenze che ne derivano. Quale l'intenzione, caro PalleQuadre? ma semplicissimo!! Se uno stato non trova i soldi per onorare i propri debiti, è costretto a vendere ai privati beni e servizi che prima gli appartenevano a due soldi, pur di raccimolare qualche entrata. in fondo, cosa cè di più appetibile dell'energia elettrica, piuttosto che dei servizi di comuncazione, piuttosto che della sanità, di cui nessuno può farne a meno? P.S.: il signoraggio bancario è una cosa che non ha nulla da invidiare alle baggianate che dici. Cio che ti sto dicendo è la pura realtà e non è complottismo. baci.

    RispondiElimina
  11. Forse non hai capito bene: non esiste stampare a deficit.
    Negli anni 80 c'era la scala mobile, che però ha portato una inflazione assurda.

    Stampare dal nulla non esiste, il debito pubblico è dovuto al fatto che si è speso più di quanto si poteva spendere.
    Molto semplice.

    RispondiElimina
  12. no che non esiste, sono i tuoi deliri a metà strada fra macroeconomia e cazzate che ti fanno coniare espressioni del tipo "stampare a deficit". la moneta sovrana si stampa dal nulla. non esiste un "lo stato può spendere fino a" se la moneta è sovrana. lo dimostra il giappone che ha un "debito" che è il doppio rispetto all' italia. e la scala mobile è un ammortizzatore sociale, non un investimento che crea occupazione. comunque vada, i miei dubbi sono diventati certezze. quando qualcuno pretende di fare l'economista della situazione senza un minimo di conoscenze (mioddio quel che basta per non fare brutte figure,perchè non conoscere i meccanismi base come la spesa a deficit è un bel traguardo), non se ne esce più. e meno male che sono io a dover studiare. passo e chiudo.

    RispondiElimina
  13. Il Giappone non ha problemi perchè la maggior parte del debito pubblico è stato comprato dai cittadini stessi, che non speculano ogni due minuti.
    La differenza sta li.

    Denaro preso a debito, buonanotte

    RispondiElimina
  14. Anonimo, se lo stato è virtuoso ed investe bene il debito lo ripaga eccome (vedi svizzera). Ovvio che ciò riguarda i singoli stati.
    A livello globale è normale che vi sia una quota di debito (come di disoccupazione) perchè solo indebitandosi di creano condizioni di crescita.
    Se apri un'attività ti indebiti, ma lo fai per rientrare nei termini.
    Fa parte del gioco, del rischio, dell'economia di mercato, l'alternativa, il comunismo, è fallito miseramente.
    Sul signoraggio credo sia inutile che ti dica che gli introiti delle banche centrali sono minimi ed in gran parte vanno a finire nelle casse dello stato....vero?

    RispondiElimina
  15. Poi questo complotto di GS non si può sentire, anche Letta è in GS eppure non è entrato nel governo, come mai? Monti fece un mazzo tanto a microsoft, mi sembra tutt'altro che asservito.

    Poi la commistione politica-banche c'è sempre stata, è inevitabile, Bankitalia decide di concerto col governo come agire, le banche fanno ciò che dice bankitalia e molti azionisti di maggioranza delle banche sono enti pubblici, quindi lo stato.

    Non parliamo poi di quegli stati in cui le banche sono nazionalizzate e lo stato decide al 100% per loro, peccato che si parla quasi sempre di paesi del terzo mondo o giù di lì.

    la colpa del debito troppo alto è al 99% dei politici e dei cittadini pecoroni che votano chi fa promesse impossibili.

    RispondiElimina
  16. Il debito pubblico è diventato enorme ben prima che l'italia entrasse nell'euro.
    Cosa che non tocca ne l'entrata in vigore della moneta ne il "signoraggio".

    Ovviamente è continuato a crescere, e neanche di poco

    RispondiElimina
  17. è più che chiaro sia destinato a crescere dato che i mercati di capitali rivogliono indietro i loro soldi coi relativi interessi entro le scadenze dei titoli. E se non ci fossero i soldi? Si inaspriscono i tagli (alla spesa pubblica), privatizzazioni a più non posso ed ulteriore indebitamento per trovare in tempi brevi gli euro per i precedenti debiti. sono davvero curioso di sapere come fa l'italia, piuttosto che altri paesi dell'eurozona a raggiungere il pareggio di bilancio sbraitato dalla Merkel, per diventare "virtuoso". Dannazione ma a quale crescita economica vogliono arrivare queste politiche? Nessuno qua si vuole rendere conto di come l'euro e le politiche Bce stiano soffocando le economie dei paesi europei? Nessuno vuole capire che in una situazione del genere la crescita è economicamente e razionalmente impossibile e tutto va a discapito di noi cittadini e non di Monti, Merkel,GS, Moody's, Pd, Pdl, o chissa che cosa d'altro?

    DanieleD, concordo abbastanza con quanto dici. Quanto al signoraggio, se mastichi un pò di economia e monetarismo, capisci immediatamente l'infondatezza e l'assurdità che ha alla base. Pertanto ciò che ho detto prima non ha nulla da condividere con esso, come si potrebbe pensare a prima vista. Se hai intuito il circolo vizioso dell'euro, il problema di Monti nasce semplicemente nell'aver voluto l'italia nell'eurozona, assieme a tante altre personalità, ripeto quasi tutte di sinistra. che poi sia di Goldman Sachs, per quanto mi riguarda può lavorare anche per Disneyland Monti, perché il destino dell'italia è uno solo, con o senza di lui. E purtroppo la gente se ne accorgerà nel peggiore dei modi.

    RispondiElimina