venerdì 22 aprile 2011

L' origine delle teorie su alieni e terra cava

ALCUNI SI ARRICCHISCONO RACCONTANDO STORIE DI ALIENI, IBRIDI E TERRE CAVE

Sitchin
Il caso di Sitchin è lampante: ha scritto 15 libri venduti in tutto il mondo, fatto conferenze e viaggi, e i suoi sostenitori sono numerosi. Lui sostiene che una razza aliena, i rettiliani, sia scesa sulla terra centinaia di migliaia di anni or sono ed avrebbe creato gli esseri umani ibridando il loro dna con quello di una scimmia.
Recentemente è spuntata anche la teoria della terra cava, dove degli esseri semieterei vivono in un mondo sotterraneo che ha un suo sole, o fonte di luce, e vegetazione, raggiungibile attraverso giorni di discesa in alcune grotte naturali.
Per non parlare dei grigi, esseri extraterresti che si sono evoluti tanto da usare la telepatia piuttosto che la parola...
Ebbene, sono tutte balle colossali, e neanche originali...

Una delle voci fuori dal coro è il tele(psico)patico david icke, che si è ispirato alla serie televisiva "Visitors" e ai racconti di sitchin.

Ma tutte queste castronerie fantastiche sono più vecchie di 80 anni, e hanno una data precisa di nascita: 1940
All'epoca sitchin era  ancora adolescente, e queste cose devono averlo colpito, infatti gli sono rimaste impresse fino all'età adulta, quando ha iniziato a mischiare i culti sumeri con quelle informazioni.

Ma di che informazioni si tratta?
Un racconto...
Come con il grande fratello di Orwell, un semplice racconto ha provocato il delirio nelle menti dei complottisti e ufologisti.

Il racconto di cui parlo è "The mound", titolo italiano "Il tumulo".
E' un racconto del genio e leggenda Howard Phillips Lovecraft.
Ebbene, il racconto parla di una razza aliena antichissima, precedente agli esseri umani che discendono da loro, che durante i milioni di anni della loro esistenza si sono evoluti in una forma a metà fra fisica (carne) e eterea (spirituale) che ha sviluppato una forma di telepatia per comunicare e non usa più la parola, che ha creato una razza schiava mischiando il loro sangue con quello di qualche bestia, e che si sono ritirati a vivere in città sotterranee, dove una strana luce azzurrognola illumina campi, strade, villaggi e una strana vegetazione...

Ebbene, da questo singolo racconto, molto avvincente, si riconoscono tutti i cardini di queste teorie degli alieni.
Gli annunaki di sitchin riprendono il fatto di essere venuti dallo spazio, di aver ibridato il loro sangue con qualche animale creando l'uomo come schiavo.
La teoria della terra cava riprende il fatto di esseri extraterresti o di spirito che vivono in un mondo sotterraneo molto simile a quello immaginato da Lovecraft.
La teoria dei grigi riprende il concetto di esseri alieni che comunicano con la telepatia abbandonata la parola.

Un pò mi dispiace per i beoni che hanno seguito queste teorie per anni, nel caso leggano questo post vedrebbero tutte le loro convinzioni sbriciolarsi in pochi secondi.

Comunque sia ne aprofitto per invogliare chiunque a leggere i racconti di Lovecraft, sia per avere il riscontro di quanto scrivo, sia per deliziarsi dei migliori racconti dell'orrore insieme a quelli di Edgar Allan Poe

26 commenti:

  1. La storia della terra cava è ben più vecchia del 1940 come affermato e quanto agli alieni ... vai a guardare alcuni dipinti del 1400/1500 dove sono raffigurati i dischi volanti. Non sono cose inventate ieri ma conosciute da molti più anni.

    RispondiElimina
  2. Ma quali dischi volanti?
    Prova a leggere nel mio blog: molti di quei "dischi volanti" li ho sbufalati con un paio di semplici foto.

    Poi se non sbaglio prima del 1940 dicevano che la terra era cava, ma non che ci fossero esseri semidivini che sacrificano le persone...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I primi resoconti di antichi alieni venuti dal cielo con enormi città volanti, sono nei Veda, i più antichi libri oggi noti.
      Scritti circa 4000 anni fa, ma la tradizione orale è molto più antica.

      Quindi direi che vengono un tantino prima di Lovecraft ...

      Elimina
    2. I testi antichi vengono reinterpretati in maniera molto diversa oggi rispetto alle epoche passate.
      Si è pensato che una popolazione del sud america conoscesse gli astronauti, probabilmente alieni, quando in realtà quei strani disegni erano solo testimonianze dei loro riti di sepoltura dei morti che praticano ancora oggi.

      Elimina
  3. Un pò mi dispiace per i beoni che hanno seguito queste teorie per anni, nel caso leggano questo post vedrebbero tutte le loro convinzioni sbriciolarsi in pochi secondi.

    No. Tranquillo.

    Direbbero che il racconto è stato scritto dopo l'annuncio di Sitchin per neutralizzarlo (ovviamente andando a sostituire in tutte le biblioteche tutti i libri di Lovecraft, traduzioni comprese, con quelli ai quali era stato aggiunto il racconto).
    Oppure che i due racconti non sono assolutamente confrontabili, perché i rettiliani di Sitchin (ma sono gli stessi di David Ike?) hanno tre dita, mentre quelli di Lovecraft quattro (questo particolare lo invento, ma il succo rimane).

    Questo, ovviamente, se si prendessero la briga di controllare Lovecraft.
    Ma di solito evitano queste verifiche?
    Sanno già tutto. A che serveno questi controlli?

    ----

    e quanto agli alieni ... vai a guardare alcuni dipinti del 1400/1500 dove sono raffigurati i dischi volanti.
    E tu dai una occhiata a questo., e poi taci.

    RispondiElimina
  4. Direi che il link che hai postato è abbastanza esaustivo!

    Sitchin è nato nel 1922 e quando il racconto di Lovecraft è stato pubblicato aveva 18 anni (1940), ma il racconto è stato scritto nel 1929, quando sitchin aveva appena 7 anni...

    Se arrivano a negare questo allora sono completamente alienati dalla realtà

    RispondiElimina
  5. A proposito di complottismo:

    http://www.ilfattoquotidiano.it/blog/gchiesa/

    Il FATTO QUOTIDIANO sta cadendo sempre più in basso, ormai ci manca solo che diano uno spazio a Marcianò(quello delle scie chimiche), o a Massimo Mazzucco, oppure a Maurizio Blondet(l'antisemita delirante, che scrive su http://www.effedieffe.com/ )....
    Se prima mi sembrava solo un giornale mediocre e fazioso(al pari di tanti altri quotidiani italiani), adesso che danno spazio anche ai cialtroni, venditori professionisti di cazzate(nemmeno originali, ma reciclate), come Giulietto Chiesa, stà diventando una FOGNA!

    RispondiElimina
  6. Ho dato un'occhiata veloce ai titoli dei suoi post, e vaccate complottiste non ne ho viste.

    Forse la redazione non sa bene chi è giulietto chiesa, oppure si ben guardano da pubblicare i suoi soliti deliri

    RispondiElimina
  7. Oddio, io qualche stupidaggine l'ho trovata.
    Per esempio in questo articolo ( http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/04/15/arrigoni-un-eroe-del-nostro-tempo/104705/ ) si insinua, anche se in maniera non esplicita(senza uno straccio di prova, e senza motivare razionalmente il presunto movente) che Arrigoni sia stato ucciso da Israele.

    E comunque, se fossi un giornalista serio come Travaglio, Gomez, Padellaro, Barbacetto e altri, non vorrei mai associare il mio nome, a quello di un cialtrone megagalattico come Giulietto Chiesa, più famoso per le cazzate che sta tentando di vendere dall'11 settembre ad oggi, che per il suo passato di giornalista e politico

    RispondiElimina
  8. Insomma secondo me è un brutta caduta di stile.

    anche se non sono mai stato un fan del Fatto quotidiano, fino a qualche giorno fa lo consideravo un giornale abbastanza credibile(anche se non condivido sempre la linea politica-editoriale), per certi versi migliore di altri(per esempio perchè non riceve finanziamenti pubblici). Però non si può dare spazio a cani e porci, si rischia di perdere credibilità!

    RispondiElimina
  9. Che arrigoni sia stato ucciso da israele è la solita teoria antisemita del cazzo, fra l'altro non si rendono conto che una persona che difendeva i musulmani è stata uccisa dai musulmani... non c'è peggior cieco di chi non vuol vedere.

    Prova a reclamare alla redazione, chissà che non controllino meglio e lo caccino a calci.
    In effetti scrivere cazzate antisemite è un oltraggio

    RispondiElimina
  10. Ma Giulietto CHiesa è uno di quei "ricercatori indipendenti" che sono convinti del complotto 11/9...c'è chi gli dà spazio per parlare ancora??

    RispondiElimina
  11. Giulietto chiesa è uno degli autori del film Zero(http://www.zerofilm.info/) , una raccolta di palesi menzogne, mistificazioni, e puttanate varie sull'11/09. Direi che il titolo (ZERO), se si riferisce al valore dell'opera(che vale poco anche dal punto di vista complottistico, visto che si tratta di mendaci e deliranti teorie interamente copiate da altri complottisti americani, nemmeno una briciola di originalità!) è veramente azzeccato!

    Cmq Giulietto chiesa non si limita all'11/09, ma fa sua qualsiasi cazzata complottistica che trova in circolazione, comprese le scie chimiche, presunti complotti monetari(signoraggio e simili), complotti petroliferi, Haarp, codex alimentarius...insomma un cialtrone a 360 gradi, sempre pronto a sfruttare la stupidità, l'ignoranza, e la credulità della gente

    Io al posto di Marco Travaglio e Padellaro, mi vergognerei di associare il mio giornale, a un personaggio simile!

    RispondiElimina
  12. Paolo, ex anonimo firmato25/4/11 11:59

    Un metodo per ridurre l'arricchimento di questi personaggi c'è ed è piuttosto semplice e ovvio: non comprare i loro prodotti-boiata!
    Il brutto è che questo metodo sembra lo conosciamo solo noi.

    RispondiElimina
  13. Purtroppo la gente compra, e pure molto.
    Figurati che il libro più venduto al mondo, dopo la bibbia (forse) è quello di scientology, pensa un pò te

    RispondiElimina
  14. OT OT OT OT OT OT OT OT OT OT OT OT
    Egregio PQ.
    A te, noto estimatore dei canali mediaset, segnalo questo.
    (non so a quando risalga. l'ho visto solo oggi).

    RispondiElimina
  15. Grazie, sto pomeriggio faccio un commento...

    RispondiElimina
  16. Ovviamente possiamo cercare anche su wikipedia:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Teoria_della_Terra_cava

    Ma quando si parla di argomenti “bizzarri” come «Terra Cava et similia>, trovo di grande aiuto il sito dello Skeptic's Dictionary:
    http://www.skepdic.com/
    dove troviamo proprio l'argomento che ci interessa:
    http://www.skepdic.com/hollowearth.html

    Si vede che già nel XVII secolo, l'astronomo Halley (quello dell’omonima cometa) ipotizzava una Terra Cava, per cercare di spiegare le anomalie di orientamento delle bussole e riteneva l'Aurora boreale fosse una fuoriuscita dell'atmosfera luminosa che stava all'interno del nostro pianeta. Stiamo parlando degli albori della Scienza del 1600-1700, per cui era sicuramente “scusabile” come baggianata.

    Nel 1812, John Symmes, convinto di questa idea, inizia a cercare fondi per una spedizione ai Poli, dove secondo lui si troverebbero gli ingressi alla Terra Interna (dette dai suoi sostenitori “Cavità di Symmes”).

    Parliamo di gente che aveva formulato ipotesi, che gli scarsi mezzi dell'epoca, non permetteva di verificare... anche se c'è da dire, che quando furono sorvolati in aereo i poli (1926 e 1929) dall'ammiraglio Byrd, i sostenitori di queste “Cavità”, non solo non furono spazzati via dalle evidenze, ma anzi, lodarono l'ammiraglio per averli attraversati (senza rendersene conto!) ed essere stato il primo “esploratore” a visitare la Terra Cava!!!

    RispondiElimina
  17. Col tempo si aggiunsero romanzieri che trovavano (giustamente) affascinanti queste idee per le loro opere. Solo per citarne alcuni abbiamo:
    - Edgar Allan Poe nelle avventure di Arthur Gordon Pym (1838),
    - Jules Verne che nel 1864 scrisse lo splendido “Viaggio al centro della Terra”,
    - Edgar Rice Burroughs (il creatore di Tarzan e di John Carter di Marte), con il ciclo di Pellucidar, con storie come “At the Earth's Core” del 1914:
    - ovviamente H.P. Lovecraft come già citato da Palle Quadre (dove nella storia “Alle montagne della follia” si nota che è stato pesantemente influenzato dall’opera di Burroghs, tanto che gli schiavi sotterranei “Shoggoth” hanno un nome molto simile a quelli che a Pellucidar sono chiamati Sagoth… un evidente citazione-omaggio, come spesso succedeva tra gli autori dell’epoca).

    RispondiElimina
  18. Il vero problema non sono chi formula ipotesi, o chi viaggia con la fantasia per scrivere romanzi… il problema sono tutti gli Pseudo-Scienziati che “ci marciano”:
    - Nel 1869, Cyrus Reed Teed, un erborista e auto-proclamato alchimista affermò di avere avuto una “visione” di una donna che viveva al centro della Terra Cava. Per quasi 40 anni promosse questa idea con conferenze e scritti, arrivando anche a fondare un culto dedicato: i Koreshans (Koresh è l'equivalente ebraico di Cyrus).
    http://en.wikipedia.org/wiki/Koreshan_Unity

    - Nel 1906, William Reed pubblicò «The Phantom of the Poles», in cui affermava che nessuno avesse trovato i poli nord e sud, dato che non esistevano. Erano semplicemente le entrate alla Terra Cava!
    - Nel 1913, Marshall B. Gardner pubblicava «Journey to the Earth's Interior», in cui affermava che al centro della Terra ci fosse un Sole di 1.000 km di diametro!
    - Negli anni ‘40, Richard Shaver e Ray Palmer, co-fondatore di FATE, Flying Saucers from Other Worlds, Search, The Hidden World, ed altre rivistacce del genere, crearono a tavolino la storia di una Terra Cava abitata da una civiltà avanzata. Shaver affermava anche di aver convissuto assieme agli abitatanti del centro della Terra!
    - La credenza nella Terra Cava ha avuto vari aderenti anche tra le alte sfere della Germania Nazista (e c’è una leggenda che narra la fuga di Hitler al centro della Terra attraverso l’apertura del Polo Sud!)
    - Nel 1964, Raymond W. Bernard si dichiarava in contatto con misteriosi Lama Tibetani e mistici nascosti in ashram segreti. Quest’uomo aveva “bevuto” qualsiasi fesseria sulla Terra Cava (UFO, popoli di puro spirito, civiltà super-tecnologica, discendenza degli Eschimesi dagli abitanti del centro della Terra, etc) e pubblicò «The Hollow Earth - The Greatest Geographical Discovery in History Made by Admiral Richard E. Byrd in the Mysterious Land Beyond the Poles - The True Origin of the Flying Saucers» e «Flying Saucers from the Earth's Interior»
    - last but not least, c’è Diane Robbins che afferma la sua “verità”: Adamo riceveva messaggi telepatici da Lailel un abitante di TELOS una città sotterranea al di sotto il Monte Shasta (California del Nord). Per sapere tutti i retroscena di questa storia, vi basta pagare $20 (più spese di spedizione) e leggervi «The Call Goes Out from the Subterranean City of Telos». Un piccolo prezzo per questa grande verità. ^__^

    Ovviamente mostrare le foto satellitari o aeree che dimostrano che la Terra non ha buchi ai Poli è inutile. I veri “credenti” in queste tesi Ufologiche hanno già una risposta anche per questo: “è un complotto governativo per nascondere la verità”!!!

    RispondiElimina
  19. Si infatti, ma la teoria originale, sbugiardata dalla geologia sucessivamente, prevedeva solamente che la terra fosse cava all'interno.
    Le altre vaccate siderali (esseri di spirito, sole interno, clima, città, esseri ibridi fra umani e rettili) sono prese da questi romanzi e racconti, e "The mound" di Lovecraft racchiude praticamente tutte le baggianate che si raccontano al giorno d'oggi, molte delle quali nate dopo la sua pubblicazione (ma forse perchè l'ultimo in ordine cronologico)

    RispondiElimina
  20. Poi Lovecraft era un grande estimatore di Edgar Allan Poe, quindi non è per niente strano che abbia trovato ispirazione da alcuni suoi racconti.

    Il problema è che molti non riescono a scindere la realtà dalla finzione, e prendono i romanzi non come fonte di ispirazione per queste vaccate, ma come PROVA che queste esistono!

    Comunque hai scritto un bel resoconto su questa questione, complimenti

    RispondiElimina
  21. Mi sa che di gente che non conosce i fatti qui ce ne è parecchia. Newton fu uno dei primi sostenitori di tale teoria. Ora non so se avete letto la scoperta di alcuni scienziati americani che hanno scoperto che l'interno della terra è caotico e non come ci è stato insegnato alle elementari. Vorrei anche aggiungere che si chiama Teoria della tettonica a zolle, un caposaldo della scienza da tutti accettato. TEORIA!! E che ieri l'altro hanno scoperto che si può andare più veloce della luce. Poi vedi pure le foto del satellite ESSA 7 e dell'ESA. Meritano attenzione.

    RispondiElimina
  22. Cosa c'entrerebbe la teoria della tettonica a zolle con la terra cava?

    RispondiElimina
  23. Newton fu uno dei primi sostenitori di tale teoria.

    Non mi risulta, anzi è proprio il contrario: grazie alle sue scoperte sulla gravità aveva stabilito che la terra non può essere uno sferoide cavo, altrimenti collasserebbe su se stessa.


    Ora non so se avete letto la scoperta di alcuni scienziati americani che hanno scoperto che l'interno della terra è caotico e non come ci è stato insegnato alle elementari.

    A parte che non si vede come i termini "cavo" e "caotico" abbiano qualcosa a che fare, forse lo insegnano alla scuola elementare dei fuffari che la Terra dentro è omogenea e immobile anziché disomogenea, caotica e in movimento, non certo in quelle normali. Oppure sono i fuffari in erba che già da piccoli non hanno abbastanza cervello da capire quello che viene insegnato nelle scuole normali.


    TEORIA!!

    Ti consiglio di andarti a vedere il significato della parola "teoria" in ambito scientifico, prima di sparare altre scemenze.


    E che ieri l'altro hanno scoperto che si può andare più veloce della luce.

    Semmai hanno scoperto che i neutrini vanno più velòoci della luce, il che non equivale a dire che qualunque cosa può farlo. E comunque neanche quello hanno ancora scoperto di sicuro, dato che gli scienziati, al contrario dei fuffari, ci vanno coi piedi di piombo e prima di rivoluzionare tutta la fisica controllano e ricontrollano che non ci siano altre spiegazioni, come ad esempio errori di misura.

    RispondiElimina
  24. Ok. Newton non era un sostenitore di tale teoria, scusate. E' stato un banale errore di frapposizione di nomi. Lo è stato Edmond Halley(1656-1742), migliore amico di Newton. Egli in effetti non criticò mai apertamente tale visione della Terra.
    Sul concetto caotico e cavo, è palese che le due cose non stanno insieme, l'esempio è stato portato per mettere in evidenza come nel 2008 scienziati dell'Arizona (http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/08_maggio_06/interno_terra_39984c46-1b65-11dd-98ce-00144f486ba6.shtml)hanno rivoluzionato lo schema classico della struttura interna della terra. A dimostrazione del fatto che quello che sappiamo è mera ipotesi. Qualcuno sostenga il contrario!
    Per il discorso TEORIA, forse saresti tu ad andare a controllarne il significato. Ti sentiresti di mettere una mano sul fuoco sulla teoria dell'Evoluzione?....o sulla Teoria della relatività?"Nella scienza, una teoria non può essere mai completamente provata, perché non è possibile assumere che conosciamo tutto ciò che c'è da conoscere". Tant'è che ogni qual volta ci son prove sostanziali nuove alcune Teorie si sciolgono come neve al sole.
    Poi l'ultima cosa. Poteva anche essere tua sorella ad andare più veloce della luce, la cosa rilevante è che fino a 1 mese fa ciò non era contemplato per nessuno. I 300.000 km al secondo erano un limite invalicabile. Ergo se i neutrini possono andare più veloci di qualche nanosecondo, allora posso supporre che ci siano cose che non conosco che possano andare ancora più veloci! Lo poni tu il limite? te la senti?
    Questi dati sono stati diffusi non dallo schizzato sotto casa ma dal CERN di Ginevra e dal Gran Sasso, dopo 6 mesi di analisi dei dati in cerca di errori. Tali dati ora dovranno essere ulteriormente analizzati. Da chi? dato che non ce ne sono molti con le stesse strumentazioni?
    Ora per concludere. La terra cava è una teoria a suffraggio della quale ci sono delle foto, pochissime a dire il vero, diverse testimonianze di cui la più importante è quella di Richard Evelyn Byrd, ammiraglio degli stati uniti, e fenomeni non del tutto spiegati che si sviluppano ai poli.
    Ora non so tu, ma senza essere dei creduloni o degli arroganti pieni di se, credo che l'argomento merita di essere trattato.

    RispondiElimina