venerdì 29 aprile 2011

Chirurgia estetica utile

LA CHIRURGIA ESTETICA DILAGA COME UN CANCRO, MA SIAMO SICURI CHE SIA SEMPRE DA CONDANNARE?

Jocelyne prima degli interventi
L'uso e l'abuso che si fa ultimamente della chirurgia estetica la fanno apparire come un male da condannare.
Ci sono molti casi di persone che si sono letteralmente deturpate inseguendo la loro mania della perfezione, diventano drogati di operazioni chirurgiche.
Il caso più ecclatante è quello di Jocelyne Wildentein, che da ragazza mediamente carina si è letteralmente trasformata, di sua spontanea volontà, in un abominio nel tentativo di somigliare ad un gatto.

Questa donna ha scialaquato ben tre milioni di euro in circa 10 anni in operazioni chirurgiche.
Ovviamente disastro dopo disastro, nonostante la cifra spesa, il suo volto è irrimediabilmente deturpato, roba che o si fa fare un trapianto di faccia, con gli impatti psicologici che ne deriverebbero (ma chissà come sta messa a psiche questa...) oppure si mette una maschera in faccia come il fantasma dell'opera.
Vediamo un'immagine che ne esplica il declino durante gli anni:
Cercando il suo nome su google immagini ne varranno fuori altre decine, tanti sono stati gli interventi a cui si è sottoposta.

Un altro esempio di dipendenza da bisturi è stato Micheal Jackson (che non si è sbiancato, aveva la vitiligine) che è arrivato a storpiarsi completamente la faccia.


Una donna coreana era drogata dal bisturi, e dopo vent'anni, una volta finiti i soldi ha trovato un ciarlatano che le ha fornito le sirighe con il silicone da iniettarsi a casa.
La rincoglionita però, una volta finito il silicone, ha ben pensato di usare olio da cucina, magari usato (come tocco di classe, voilà) distruggendosi la faccia e rendendosi un mostro. Esistessero ancora i freak show avrebbe un lavoro, ma ora credo proprio che solo Dario Argento potrebbe ingaggiarla.
Inizialmente la ragazza si presentava così:
E decisamente non aveva bisogno di inteventi di sorta... ma la sua follia l'ha portata a ridursi così:
E questo è un confronto fra il prima e il dopo (l'immagine sopra è stata presa a "caldo", cioè a iniezione appena fatta):

Il suo nome è Hang Mioku, cercatela su google immagini... se vi va

In italia ultimamente è stato il tripudio di donne con più "formaggio" fra le dita dei piedi che cervello, che si sono fatte fare dei palloni dalla sesta in su, promuovendo l'idea che le tette di plastica spalancano tutte le porte.
Io sinceramente le preferisco naturali, anche se un pò piccole fa nulla, sempre meglio che dei pezzi di freddo silicone.

Questo è l'abuso, la dipendenza, lo schifo della chirurgia estetica...
Ma in realtà è una pratica medica molto utile ed indispensabile.
Pensate alle persone nate con il labbro lepporino...
A volte questa malformazione è talmente pesante da deturpare completamene il viso del malcapitato.
Fortunatamente la chirurgia estetica riesce a curare completamente queste malformazioni, lasciando solo una leggera cicatrice nel volto, e direi che c'è una bella differenza.

Pensiamo alle persone che subiscono degli sfregi, attaccate da un animale o per un incidente stradale: la chirurgia plastica può rimetterle in sesto.
Ma anche altri problemi estetici, come un naso enorme e gonfio che deturpa un viso...
Le donne che perdono o tutti e due i seni per colpa di un cancro, potranno tornare quasi normali con la chirurgia estetica.

Io sono dell'idea che si debba vietare la chirurgia estetica per motivi narcisisti e permetterla solamente nei casi in cui questa serva realmente, per evitare un domani di finire come i losangelesi (licenza poetica, non so come si chiamano gli abitanti di Los Angeles) che si fanno interventi chirurgici già dai 12 anni di età.

Ah, dimenticavo!
Avete visto come si è ridotta la faccia quella grandissima putt... di noemi letizia?

2 commenti:

  1. Paolo, ex anonimo firmato29/4/11 21:46

    che dire... che a me fa un po' ribrezzo una donna che sembra si sia infilata due meloni sotto la camicia! Avevo conosciuto una con la V naturale e non dava quell'effetto.

    RispondiElimina
  2. Infatti, molto meglio naturale... tutto un altro effetto

    RispondiElimina