mercoledì 2 marzo 2011

Musica gratis: Il P2P è morto, usate Grooveshark che è legale

E' da poco caduta la mannaia sui programmi P2P.
Il maggior provider nazionale (credo sia Telecom) ha infatti limitato la banda a questi programmi, rallentando i fatto tutti i download.

La spiegazione ufficiale è che si vuole limitare la congestione del traffico negli orari di punta.
Il sospetto è che dietro ci siano le major discografiche.

Sono sempre di più i provider che applicano questa limitazione ormai, e non so neanche se realmente si avranno benefici sulla velocità della linea (ho mandato affanculo alice da anni, dopo due bollette consecutive che superavano i 250 euro) ma comunque ricordo che i download sono illegali.

Un modo per ascoltare musica di qualità e pure gratis c'è: Grooveshark
Ed è legale fra l'altro.

E' legale perchè l'ascolto è gratuito, ma nel caso si voglia acquistare una canzone si paga 99 cent di dollaro e una parte va alla major discografica, così non rompe i coglioni. I pezzi non hanno nessuna futile protezione, quindi non si avranno limitazioni ad inserire nei vari supporti la musica pagata.

Perchè scaricare musica quando c'è gratis?

10 commenti:

  1. io uso last.fm
    http://www.last.fm
    sono abbonata (36 euro all'anno), grooveshark lo odio, perché lo si può ascoltare solo con una interfaccia web cazzuta e inaccessibile e qualora volessi sentirmelo sul cell devo pagare 9 dollari al mese, contro i 36 euro all'anno che appunto mi fa pagare last.fm per sentirmi la musica dove voglio
    che poi esista anche thelastripper.com per scaricarsela è un altro discorso, ma là lo streaming basta e avanza
    Il problema cmq, riguardo al p2p, non è tanto la musica ma i contenuti video...
    Se mi volessi guardare degli episodi di law&order servizi come megavideo sono inaccessibili, i dvd non li trovo da nessuna parte e poi c'hanno protezioni assurde, su youtube trovi fin là, le associazioni "di categoria" dei ciecati che dovrebbero fornire gli audiofilm in realtà forniscono solo roba da vecchi decrepiti e sentimentali che fanno venire l'orticaria e allora... non si possono mica lamentare se scarichiamo

    RispondiElimina
  2. Anche quello è vero, ma non posso certo incitare al download illegale, essendo appunto illegale

    RispondiElimina
  3. per quel che mi riguarda è illegale anche una tassa di possesso sugli apparecchi televisivi, sugli strumenti di diffusione della musica nei locali è illegale la tassa di possesso dell'auto, è assurdo che spenda dei soldi per comprare una cosa su cui poi devo pagare sopra ancora soldi per il fatto che l'ho comprata, mi hanno rotto le palle, quindi visto che loro si sono autorizzati a legalizzare la loro truffa, io mi autorizzo a legalizzare la mia, w il p2p, w jdownloader, w qualsiasi cazzo di software che mi faccia risparmiare soldi che poi mi servono per pagare altre inculate.
    e adesso che mi sono sfogato, mi tiro già un pò di mp3.
    La siae deve sparire, la rai dev'essere privatizzata, le energie alternative devono essere sviluppate e commercializzate e i cervelli che scappano all'estero bisogna sostenerli e finanziarli qui.
    Siamo un fottuto popolo di geni con 1000 risorse e ci facciamo trattare come una manica di coglioncelli.
    E visto che in italia sta in prigione solo chi non paga e non chi commette reati molto più violenti allora sapete cosa vi dico? vaffanculo tutti....
    ok adesso con lo sfogo ho finito.

    RispondiElimina
  4. In questo post non volevo polemizzare niente...
    Non parlo di P2P, ma visto che veniva limitato ho segnalato una piattaforma gratuita

    RispondiElimina
  5. PalleQuadre, non sei tu il polemico, SONO IO!!!!
    grazie per la segnalazione

    RispondiElimina
  6. Solitamente evito di parlare di cose illegali...
    Già rischio grosso parlando di zio silvio

    RispondiElimina
  7. ovvio, il bersaglio deve essere quello politicamente "giusto", vero?

    RispondiElimina
  8. Quando le cagate le fa silvio parlo delle cagate di silvio, quando le cagate le faranno gli altri, visto che nessuno è esente da errori, parlerò delle loro cagate.
    Mi sembra logico

    RispondiElimina
  9. Bravo Igor il mondo l'han cambiato proprio gente cazzuta come te... non capisci una fava sei l'emblema perfetto dell'italiano ignorante medio

    RispondiElimina
  10. Bell articolo! tra l altro sto ascoltando musica su grooveshark proprio ora! cmq non è vero che non esiste nessun client sul cellulare. per android e ios c'è l applicazione groovehark ufficiale!

    RispondiElimina