venerdì 21 gennaio 2011

Moria di uccelli e complottismo

La recente notizia ha allarmato non poco: decine di uccelli vengono rinvenuti morti in parecchie località del mondo.
Inizialmente le cause erano ignote, ed ecco quindi che nella rete è nata la solita speculazione da parte dei complottisti...

Cogliendo la palla al balzo i complottisti, facendo poca fatica a dire il vero, hanno "spiegato" gli accaduti con il solito haarp, raggio della morte, scie chimiche, alieni e andreotti.

Pochi giorni e le spiegazioni sono arrivate: Le morie in America erano dovute a dei danni interni al corpo dei pennuti. La loro morte per ferite interne avvenuta temporalmente vicina al capodanno ha spiegato il perchè, e lo hanno riferito a striscia (che ogni tanto fra la propaganda fa qualche servizio interessante): gli uccelli dormono tutti insieme nello stesso albero, quando hanno iniziato a scoppiare i botti gli uccelli si sono spaventati e hanno iniziato a volare in tutte le direzioni, terrorizzati. Essendo animali diurni non vedevano una ceppa di nulla, e hanno iniziato a sbattere da una parte all'altra.
Come spiegazione è credibile, a differenza di quanto detto dai mentecatti a malapena diplomati che vomitano vaccate a scopo di lucro.

Il caso italiano: Centinaia di uccelli trovati morti vicino Faenza. Spiegazione dei porcari complottisti: Armi segrete (non le elenco di nuovo che ci vuole un anno solo per quello). La spiegazione degli abitanti del posto: Inquinamento. Non si riesce a respirare e la gente muore di cancro a 30 anni.
La storia mi ricorda molto Quirra...e quello che mi fa incazzare sono i complottisti!

I militari e i loro familiari sopravvissuti dopo anni sono riusciti a dimostrare, con strenue battaglie, il nesso fra uranio impoverito, quindi armamenti, e il cancro dei soldati, ottenendo quindi il riconoscimento dello stato e il risarcimento dei danni. Ora le aziende che fabbricano morte creano lo stesso tipo di danno.
Mi fa incazzare il fatto che questa gentaglia ignobile, inetta ed incapace, per speculare con i loro luridi siti web che vendono la loro merda, vanno a mettere bocca sulle tragedie di queste persone! Dicendo cazzate che se convincono troppa gente potrebbero essere usate da industriali e militari come alibi e non riconoscere più i danni che causano, seguitando ad uccidere e a non pagare neanche i risarcimenti.

Appena fai opera di informazione per cercare di tamponare le cazzate che vanno raccontando, questa gentaglia ti prende di mira, ti insulta, ti minaccia di morte e ti accusa di essere "schiavo del sistema".

A dire il vero ad essere schiavi sono loro...non perchè modificano in peggio la loro vita facendosi condizionare da cazzate assurde (costruendo chembuster, mettendosi l'alluminio in testa vivendo nel terrore) ma seguono le mode giornalistiche più cecamente della gente che accusano!

Infatti quella della moria degli uccelli è una moda: ha fatto scalpore il caso americano, poi sono morti uccelli anche in italia ed ecco che si ha il caso su cui far soldi facili per qualche giorno (un pò come avetrana, cogne e tutto il resto), e si enfatizza pure la morte di 50 merli...ma dai cinquanta merli su scala globale non sono niente, non è neanche una spece in via di estinzione! Ma questo non è bastato a far ragionare i complottisti, che hanno subito preso la notizia dei merli catastrofica come le altre ed hanno messo su storie di fine del mondo, 2012, haarp e tutte le altre cazzate che vanno raccontando da anni indisturbati.

I casi sono stati largamente spiegati, loro si sono dimostrati più pecore delle pecore stesse (alla faccia del "sopravvisuto al sistema" che usano per definirsi...) e seguitano a raccontare le loro vaccate.
Io mi chiedo, inizieranno mai a vergognarsi di essere lo zimbello del web?

2 commenti:

  1. "Io mi chiedo, inizieranno mai a vergognarsi di essere lo zimbello del web?"
    PalleQuadre, non ci sperare.
    Come disse Einstein, "due cose sono infinite, l'universo e la stupidita' umana, e sull'universo ho dei dubbi..."
    Anche se questi, IMHO, non sono stupidi, ma peggio.

    RispondiElimina
  2. Mi riferivo ai capifuffari, quelli che benchè non credano alla vaccate che sparano lo fanno comunque per guadagno personale e per il gusto di essere osannati da quattro imbecilli...

    Quelli che ci credono difficilmente hanno speranza, come hai sottolineato

    RispondiElimina