domenica 10 ottobre 2010

Alieni: esistono veramente?

Un tempo, parecchi anni fa, gli alieni erano immaginati come piccoli esseri verdi.


Gli esempi di pellicole cinematografiche in cui compaiono gli extraterrestri sono ormai innumerevoli, e ne sono stati proposti decine di modelli.


Gli alien, i predators, ET, i cervelloni di mars attack, quelli scheletrici di essi vivono, le innumerevoli razze di star wars, star trek ecc ecc



Dopo decenni di film e racconti l'immagine degli alieni è evoluta, qualche anno fa andavano di moda i "grigi".
E questi alieni sono stati avvistati migliaia di volte, con tanto di fotografie e video.


Ormai sempre più persone sono convinte che gli alieni esistono, ma vanno oltre.
Sono spuntate come funghi le più disparate teorie su razze, basi, visite e stragi aliene.
Ora elencherò le teorie più fuori sulle razze di alieni:
  1. I rettiliani: Questi esseri sarebbero originari della costellazione draco, li descrivono come uomini rettile alti circa due metri, bipedi, che cambiano forma prendendo le sembianze di esseri umani e quindi li dominano indisturbati. Succhiano il sangue e sacrificano le vergini durante i loro riti. Personalmente ritengo che questa teoria sia completamente ridicola. Tutti quelli che dicono di avere le prove di "shapeshifting" o pupille verticali sono semplicemente tanto ignoranti da non sapere cosa sono gli errori dovuti alla compressione del video e il riflesso dei faretti sugli occhi. E' una storiella ispirata ai "visitors" e al mito dei vampiri (succhiasangue). Purtroppo nonostante l'assurdità della cosa c'è gente che ci crede...di sicuro di naranta amicullu a Heinstein
  2. I grigi:  Dovrebbero essere dei piccoli esseri non più alti di 150 centimetri, dalla pelle grigia (da cui il nome) la testa enorme e gli occhi spropositati. Certe persone descrivono animali che biologicamente NON POSSONO VIVERE. Una testa così grande non può essere sorretta da un collo e un corpo così esili (in una puntata dei "Griffin" peter entrava nella fonte della giovinezza, se lo avete visto sapete di cosa sto parlando). Inoltre quegli occhi così grandi non possono entrare fisicamente dentro la scatola cranica, perchè la parte visibile degli occhi di quasi tutti gli animali è solo una piccola parte, il cranio di questi grigi dovrebbe essere molto più grande di quanto già non sia rappresentato, andando a falsare ulteriormente le proporzioni. Tralasciamo il fatto che sono sempre nudi come il culo di una scimmia...come se il concetto di "diversa atmosfera" fosse un'opinione, è più credibile un pesce che respira aria dalle branchie...
  3. Mantidi: Il trionfo della cretinaggine: Questi esseri sono descritti come enormi mantidi religiose, di diverse altezze che sono di 3, 5 o 8 metri. Hanno una regina, i guerrieri e gli operai che lavorano al nido sotterraneo...Insomma sarebbero delle mantidi che sono organizzate come le formiche. A parte la poca fantasia, chi glielo spiega che le mantidi vivono su erbe e piante, quindi la loro struttura fisica NON è fatta per vivere nei cunicoli, a differenza delle formiche? Anche qui chi si è inventato sta cosa con la biologia ci si è pulita il culo, scusate la parola.
  4. Nordici: Esseri alti, biondi e con gli occhi azzurri. Insomma la razza ariana dell'universo. Sarebbero stati scambiati per santi, angeli o per il messiah in passato...molta poca fantasia devo dire...

Ma al di là di tutto quello che si dice, ci si può fare una semplice domanda per capire che la maggior parte di foto ed avvistamenti sono boiate colossali: Perchè questi esseri fanno centinaia di migliaia di anni luce soltanto per girare nudi come mentecatti per boschi o vicoli deserti???
Una volta che si da una risposta a questa semplice domanda, si distrugge molto materiale sugli avvistamenti (i grigi, quelli che girano nudi come imbecilli, sono quelli più "famosi") e il resto delle storie si distrugge da sola.

Purtroppo molta gente ci crede, e anche cecamente. Il brutto è che internet è nata per scambiarsi la conoscenza, invece viene usata per scambiarsi vaccate siderali e ignoranza. Io lo chiamo "medioevo culturale" ma ci sarebbero mille modi per apostrofare cotanta imbecillità

Per concludere dico che gli alieni esistono, in un universo infinito e dalle dimensioni neanche immaginabili per una persona (per fare un giro completo della stella più grande conosciuta, a 900 km/h, ci vorrebbero 1100 anni) è impossibile che non ci siano altre forme di vita. Naturalmente fino ad ora sono state proposte immagini e descrizioni che sono delle vaccate sconfinate quanto l'universo...

Per ora è tutto

Questo articolo ti ha fatto godere? Vota Ok oppure No. A buon rendere!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

5 commenti:

  1. Una serie di osservazioni intelligenti che dovrebbero essere lette da tutti coloro che, appena viene avvistato in cielo un punto luminoso, si mettono a farneticare di federazioni galattiche, invasioni aliene, oppure di alieni benevoli che sono qui per avviarci verso...già verso cosa.
    Da parte mia vorrei aggiungere un paio di altre considerazioni: Il fatto che nell'universo esistano altre forme di vita, fatto pressochè certo, ritengo esistano moltissimi pianeti su cui la vita ha avuto origine, non significa che debbano esistere forme di vita intelligente, se consideriamo la Terra, unico pianeta su cui siamo certi vi sia vita, e vi sia vita intelligente (a volte però su questo ho dei dubbi), vediamo che le prime forme di vita, testimoniate da fossili, risalgono a ben 3miliardi e 800 milioni di anni fa, per 3 miliardi di anni la vita è stata rappresentata esclusivamente da organismi unicellulari, la vita intelligente ha meno di un milione di anni, se rapportiamo la cosa ad altri pianeti potremmo concludere che dei pianeti su cui è comparsa la vita forse uno su tre miliardi ha sviluppato una vita intelligente! Aggiungiamoci poi che per viaggiare nello spazio non basta essere intelligenti, bisogna anche sviluppare una tecnologia adeguata, nella storia del mondo sono non più di 200 anni che è iniziato lo sviluppo della tecnologia, che comunque non ci permette ancora di raggiungere nemmeno le stelle più vicine, e ci sono state civiltà, durate migliaia di anni, in cui lo sviluppo tecnologico è stato quasi nullo.
    Penso che riflettendo su questi fatti si possa concludere che le civiltà extraterrestri, se ce ne sono, sono poche e sparse nell'universo, ben difficilmente possono inviare migliaia di astronavi a sfiorare il nostro pianeta (cosa avremo poi di speciale) senza fare niente, o contattando qualche noto personaggio...

    RispondiElimina
  2. Beh, si potrebbe supporre che in qualche altro pianeta la vita abbia iniziato a svilupparsi qualche miliardo di anni prima che da noi...
    Comunque hai ragione, intelligenza non significa automaticamente tecnologia avanzatissima, riguardo l'intelligenza penso sia scontato...una cornacchia è intelligente quanto un ragazzino di 12 anni, e in quell'età si raggiunge il massimo del QI (se non sbaglio).
    Riguardo la tecnologia si può fare un altro discorso: ci sono cose oscure ancora oggi (come hanno costruito le piramidi per esempio) che mi fanno pensare che in antichità non si fosse arretrati come si crede (anzi, sono stati trovati macchinari che calcolavano la posizione delle stelle risalenti a 3 mila anni fa) ma che se conti i vari diluvi che hanno cancellato le civiltà durante i millenni (li chiamano diluvi ma sono deglaciazioni) si capisce che abbiamo ricominciato da capo centinaia di volte.

    Detto questo, se veramente fosse arrivato qualcuno da altri pianeti sicuramente non si metterebbe a girare nudo come un coglione per boschi e vicoli...

    RispondiElimina
  3. Consiglio a tutti di vedere il film diretto da Coline Serreau intitolato "Il pianeta verde"
    http://video.google.com/videoplay?docid=-3658892960097906379#
    Secondo me molto bello e ricco di utili spunti.

    RispondiElimina
  4. La nudità non è presupposto di imbecillità, dato che se lo fosse allora lo sarebbero anche tutti i nudisti del pianeta e tutti gli abitanti delle tribù sparse in ogni dove che residuano un retaggio culturale privo di inibizioni legate al vestiario così propriamente detto; ricordiamoci che esso serve a proteggerci dai fattori climatici esterni oppure per garantirci difesa in caso di attacco traumatico esterno.
    La presunzione di conoscenza con l'eccesso di zelo non è mai cosa buona "AMEN"... non possiamo sapere ciò che non conosciamo al massimo lo possiamo immaginare sulle basi di ciò di cui abbiamo conoscenze note, per tanto un sistema di volo e di spostamento alieno più evoluto del nostro potrebbe sfuggire alla comprensione anche del più importante scienziato di avionica spaziale di oggi giorno.
    Il fatto che esistano o possano esistere razze aliene credo sia normale, difatti sul nostro stesso pianeta esistono e parliamo di razze, per cui sarebbe presuntuoso pensare che non ne esistano al di fuori del nostro sistema planetario, con forme, misure che possano ritrarre similmente alcune caratteristiche somatiche note ad un eventuale osservatore o interlocutore, esempio: dire "GRIGIO" significa che quel tipo di essere ha la caratteristica comune di avere una pelle di quella tonalità, parlare di rettiliano sta a significare di realizzare mentalmente a chi osserva di vedere un'essere con caratteristiche epidermiche quali squame, bozze cornee, occhi con cornee verticali, riconducibili ai nostri rettili, ecc. ecc.
    Se non vi fossero state le mega estinzioni planetarie prima dei sauropodi e poi dei dinosauri, le possibilità che oggi giorno o in un prossimo futuro si sviluppasse vita senziente con livelli tecnologici avanzati a livello propulsivo non sarebbe comunque da escludere viste le escursioni temporali che dividono queste ere in milioni di anni, l'innesco della conoscenza scientifica non ha più di 10.000 anni , dal bastone allo space shuttle diciamo per tanto un lasso di tempo in età tecnologica maggiore avrebbe quasi di certo portato a conoscenze maggiori, le capacità di calcolo in tal senso non sono nemmeno immaginabili oggi, provate solo a pensare alle capacità di sviluppo a breve tempo dei chip, in soli 40 anni i loro larghi balzi in avanti con le nano tecnologie, ma... fra 1.000 anni come saranno questi chip ?!

    Non ci avete pensato che fra 1.000 anni uno solo di questi potrebbe racchiudere tutto il contenuto tecnologi odierno e racchiuderlo una sola mano ?! Essere senziente e sviluppare da se la capacità di spostamento sub spaziale quantico o con la così detta anti materia che imbrigliata avrebbe teoricamente la capacità di modificazione sufficiente per alterare lo spazio tempo ai fini dello spostamento spaziale, come appunto la creazione di warms hole, buchi neri, star gate, ecc. ecc. Sono già noti oggi giorno i primi risultati sullo spostamento quantico di materia in laboratorio e lo sviluppo di anti materia a spin inverso al cern e in altri acceleratori di particelle come al gran sasso. per cui meditate a riguardo se volete.
    morelligeomcristiano@libero.it

    RispondiElimina
  5. La nudità, per un essere di un altro pianeta la cui atmosfera terrestre può risultare dannosa, è sintomo di ibecillità...
    Hai mai visto degli astronauti che vanno nello spazio nudi come scimmie? No vero

    Se sei convinto che la crescita tecnologica umana non abbia mai subito rallentamenti o passi indietro allora non sai praticamente nulla di quanto successo...

    Un piccolo esempio è il colosseo: aveva il fondo pieno di parti mobili, ingranaggi e carrucole, una tecnologia notevole per l'epoca, che faceva comparire dal nulla bestie e persone nei vari "spettacoli". Poche decine di anni dopo il colosseo era una specie di ovile, e all'esterno c'erano le baracche in legno dei pastori.
    Passo indietro...

    Per non parlare dei "diluvi", grandi inondazioni che hanno sommerso le antiche civiltà, e anche li reset quasi totale...

    Chissà fra mille anni...se morissero tutti tu sapresti ricostruire le nanotecnologie?
    Se accade un disastro morirebbero quasi tutti, e la tecnologia andrebbe perduta, pensi che da un giorno all'altro si tornerebbe come prima?
    Visione molto ingenua del mondo e dell'universo...

    RispondiElimina